POETI CONTEMPORANEI

VIVIMI AMORE

Nel dolce tinteggiar del mare,
allorché il ceruleo cielo riflette la sua immagine,
cangiante il suo colore,
fin dove spazia sguardo, all'orizzonte,
dove l'un, nell'altro, in un abbraccio, va a morire...
Vivimi amore,
rifletti, nei miei occhi, quella luce che, dai tuoi, traspare,
assaggia le mie labbra dal sapor di nettare e di miele,
gioisci dei miei baci appassionati, che san svegliare i sensi,
affonda il tuo respir nel mio respiro, nell'alitar perenne.
L'ore s'infrangon contro il tempo, come si frange l'onda sullo scoglio,
ma tu vivimi amore...
fin quando il giorno muore,
nello splendore d'un tramonto, in cui discende il sole
e s'innabissa in mare, spandendo tutt'intorno i suoi toni di rossore,
quasi a morirvi dentro, spegnendo il fuoco ardente che lo brucia,
lasciando il posto all'ombra che dilaga e s'appropinqua,
per stringerci più forte, tra le spire.
Vivimi ancora, amore...
non ci badare,
ricolma del mio essere, il tuo cuore,
ricerca la mia anima nascosta, ch'é l'essenza dell'amore,
arriderà al tuo spirito, in connubio, se tu l'ascolterai,
ascolterà, se tu le parlerai.
Se tu lo vuoi, sarò l'inestinguibile emozione delle notti,
la luce fluorescente dei mattini,
sarò il furore e la pace dei tuoi sensi,
quel sogno tuo, irreale, che non s'annienterà 'l mattino,
ma muterà in reale.
Sarò la tua speranza e, fors'anche il tuo dolore,
però...vivimi amore...ed io vivrò di te, perpetuamente.
10-01-2016

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

IRIS VIGNOLA AUTRICE