VOCI NELLA NOTTE

LETTERA D 'AMORE

Con la penna in mano, un foglio e tante emozioni, forse una sola.. e sono qui scrivendo a Te.
Spesso gli occhi parlano da se, a volte i silenzi, eppure rimane la penna il timbro più dolce dei miei pensieri, quelli che in cuor mio rimangono celati per timidezza.
Ti ho immaginata mia; per un solo istante ti ho sfiorato i capelli, accarezzato il volto ed ancor prima che tu potessi parlare le mie labbra godevano già delle tue e il tempo si fermò, ricordo solo questo, ricordo un qualcosa che non è mai successo e forse mai accadrà.
A piedi nudi sei entrata nei miei pensieri, eppure il suono dei tuoi passi riesco a sentirlo sempre più forte tanto da silenziare i battiti del mio cuore che pur, con forza, palpitano al tuo cospetto.
Sei la fonte di serenità di cui amo dissetarmi, il connubio perfetto di tenerezza e femminilità, leggiadra poesia tra le righe della vita e soffice vento che scompiglia i miei sensi.
D’un tratto perdo l’equilibrio, rimango sospeso in quel confine tra il capire ed il sentire o forse non capire quel che sento, perché nello stesso istante in cui gli occhi ti vedono, il cuore sente ed io non capisco più nulla, perché so che non dovrei e forse nemmeno vorrei, eppure rimani la confusione più dolce che conosca.
Ti ho spesso guardata negli occhi e ci ho visto dentro cose che nemmeno immagini, vorrei poterti spiegare a parole quel che intendo ma credo che per quanto mi sforzi, l’unica parola che forse possa spiegarlo, è Infinito, lo stesso di cui mi avvalgo come rifugio per le mie emozioni quando ti penso.
Lascerò che il tempo scorra confidando in lui, perché nulla accade per caso, perché non a caso tutto inizia dal nulla per poi divenire a volte tutto e quel tutto profuma di Te.
Non importa come, ne quando, o quanta strada fare per raggiungerti, so che ne varrebbe comunque la pena, perché se dapprima i miei occhi ti hanno vista, poi col tempo la mia mente si è persa, ed infine il mio cuore ha iniziato a vibrare, ora ,all’unisono cantano insieme la stessa melodia, sempre più dolce, sempre più mia.
Perdona la mia calligrafia, le banali parole, ma per l’emozione tutto trema in me, tremore che avrei voluto non sentire, provare, ma che inesorabilmente si è impadronito di me lasciando poco spazio alla ragione.
Non è semplice riconoscere l’amore, lo si scambia spesso per attrazione, infatuazione, desiderio, coinvolgimento eppure è li, sempre ad un palmo dal cuore.
Forse ci si confonde perché è troppa la voglia di Amore, la sua ricerca sembra un infinito girotondo dove nessuno ha mai il coraggio di fermarsi, per paura, ma poi paura di che?? Magari di innamorarsi, di rischiare e forse perdere.
Non so bene cosa provi per Te, ma che nome dare a quello che sento…
Quando il mio primo pensiero al mattino e l’ultimo prima di dormire viaggiano per tutta la notte mano nella mano verso l’orizzonte; quando faccio del Tuo sorriso l’ unica ragione di vita e farei di tutto pur di vederTi sorridere; quando resto immobile ogni volta che i tuoi occhi incrociano i miei e sento un qualcosa dentro che mi stravolge l’anima, e non smetterò mai di guardarti, e considerati la cosa più bella che esista; quando rinuncerei a tutto pur di poterti stare accanto e quando tra i tuoi mille pregi vado alla ricerca di quel difetto di cui innamorarmi e che ti renda perfetta, e se poi i Tuoi occhi parlano di poesia, dolcezza.
So che l’amore per ognuno di noi viaggia a velocità diverse, e quando magari il mio scatta al primo sguardo, il tuo sta ancora guardando dietro..
So che ci vorrà pazienza e sacrificio per capire quel che sento, poi gridarlo e spero viverlo, ma so che continuerò sempre a provarci, lottare, perché i rimpianti non fanno per me.
A volte credo d’essere forte e cerco di mostrarmi tale, ma poi bastano i tuoi occhi e tutto si frantuma.
Questo foglio resterà segreto tra me ed il mio cuore..
Magari quello che sento dentro è solo ansia e confusione....
E se fosse Amore?!


L’anonimo Poeta dell’Amore

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

DOMENICO TOSCANO