POETI CONTEMPORANEI

BULLI

Torbido il pensier dei bulli
di bocca stupido sogghigno
rovina tra gli adolescenti che
in branco s'avventano, sulla
preda designata ,che di timor si piega ,
affligge indelebile ,il suo segno
per la vita quel freddo ,l'accompagna
che di corteccia all'albero lo spoglia .
A qualcuno il castigo ,lo si trova
per quando di smargiassi
è vasto il mondo .

condividi su Facebook condividi su Twitter