POETI CONTEMPORANEI

TEMERE DI TE

Discerno il tuo sguardo sublime
da orbite vuote
che sangue di lacrime
versano sul tuo volto
che oltre la pelle dorata
é biancheggiar di ossa
Immaginarti disteso
mentre guasti la vita
e le larve si cibano
del tuo cuore silente
dove adesso ospiti
un respiro ansimante
Le tue mani nobili
diventano artigli
mentre alla mia anima
nel delirio ti appigli
e il tuo dolce olezzo
muta lentamente in lezzo.
Temere di te
la polvere che diverrai
quando via soffierai
dai miei pensieri
allorché la morte ti donerà
la sua immagine

condividi su Facebook condividi su Twitter