POETI CONTEMPORANEI

SCAMPAGNATA A CALANDRINO

Variopinti nei disegni bardati a festa ,
in fila sulla strada quei carretti
tintinnano i sonagli alla cavezza,
per Calandrino trottano sicuri
i muli a memoria quella via .
Comode sedute stavano le dame ,
le vesti son fiori sgargianti ,
con pettinini ornati i capelli ,
lieto lo sguardo ,grato rivolto
al carezzevole soffio del libeccio .
quando bella quell' infanzia ,senza sogni realizzata,
leggiadria di giovinezza
che da grandi ,bei ricordi ci colmava .
All'ombra dell'albero d' ulivo ,
stese a terra le tovaglie colorate
gorgoglia la pignata ,su di un fuoco scoppiettante ,
del succulento rancio l'aria impregna .
.Germoglia del suo fiore il fico d'india ,
ciondola l'amaca a tronchi di mandorli fioriti .
L' affaccendar d' ognuno ,canzonando dei versetti
in un brindisi ,s'innalza la fiaschetta dell' inzolia .,
di bulli regna l'atmosfera ,echeggia di voci la campagna
vermigli i nostri visi di schiamazzi e risa .
teatro di giullari quel giorno è Calandrino ......

condividi su Facebook condividi su Twitter