Poeti Contemporanei



Sui gradini del cielo

di

CLAUDIO INNOCENTI


Un frullar d' ali si raccoglie nel vento,

danza nel magico fruscio del maestrale,

echi d' aria che carezzano il faro

e scompigliano le onde.

S' adagiano i gabbiani

sulla scogliera a picco sul mare,

tra le rocce di basalto

scolpite da l' acqua e dal vento.

I frangenti d' onda sembrano sogni

che corrono incontro a l' infinito,

braccia che si dibattono

per fermare l' attimo sfuggente

che porta letizia nel cuore,

gambe che levitano per salire

sui gradini del cielo

dove la luce è speranza,

viatico per l' eternità

in occhi persi nel silenzio,

nella solitudine di fragili gesti,

di sguardi sorridenti che brillano

come le stelle della notte

ne, chiarore del plenilunio.




condividi su :

Facebook


avatar

CLAUDIO INNOCENTI