Poeti Contemporanei



Corolle di vento

di

CLAUDIO INNOCENTI


Corolle di vento

alzano de l' arenil la sabbia

e la salsedine che profuma l' aria

e s' appiccica sulla pelle

come blandizie d' amor

e sussurri ch' attizzan disio.

Mille sguardi e mille ancor

s' ascondono nel silenzio

come pensieri che vibrano,

nella solitudine in simbiosi

con l' io che diventa tutt' uno

con Pachamama

e beltà ch' amor di natura

dona a gli occhi di chi ancor

riesce a percepire

nel lato nascosto della Luna

la meraviglia che non si vede,

come l' anima ascosta

nei mari della nostra interiorità

che la coscienza consiglia

senza chiedere in cambio pegno d' amor

ma rispetto a l' essere e al creato.

Luce che dipinge il cielo d' azzurro

e il mare di un blu rubato alle favole,

di un turchino che accende

gli occhi della fatina di Pinocchio,

mamma di tutti quelli che amano il sorriso,

di un gesto gentile da donar

a chi cerca sollievo de l' alma,

modellando i riverberi

e la serenità che 'l cor acquieta.

Così sei tu o mare,

emozioni che mai si placano,

da custodire con cura

tra le pagine dei ricordi belli.




condividi su :

Facebook


avatar

CLAUDIO INNOCENTI