POETI CONTEMPORANEI

SENZA TITOLO

lascerei la pagina bianca se non avessi l'urgenza di scarabocchiarla da bambino con le dita sporche l'acqua impasta di terra e così via ancora adesso sai mi ricordo (non so cosa) così te ne racconto passando in rassegna questi ricordi che (se vuoi) possono definirti chi sono assai meglio di quello che appaio con la matita adesso mi fingo esperto e lo propongo ostento nei comportamenti d'artista ma la borsa di studio non me l'hanno assegnata saprei come spenderla se ci fosse per farmi perdonare le sfacciataggini le oscene ore che ti propongo inetto a cogliere le tue sensibilità solo quando vedo i tuoi occhi malinconici poi dopo da solo mi biasimo incapace di detestare il mio orgoglio

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

BAVENNI