POETI CONTEMPORANEI

VISIONI ( UN DOLCE RICORDO )

Tu ! Gabbiano Solitario. Candide Ali, Tiepide Acque. Tutt' intorno la Natura Ti Osserva: Dolce Compagna. Tu ! Gabbiano Solitario. Creatura Libera. L' Infinito Ti appartiene. L' Infinito Ti attende. Tu ! Gabbiano Solitario. Il Mare. Simile a Te e Dissimile : Ribelle e Docile. Oh ! Cosa ? Chi ? E' Lei Ora. Sirio contempla la Tua Forza. La Luce. E' Lei Ora. Prima così lontana da poter solo percepirne la Presenza; Poi quel Divenire  Reale, così Intenso che si tramuta in Visione Concreta per Quei Tuoi Occhi Ormai non più spenti. Tu ! Gabbiano Solitario. Ne provi il Calore, ne assapori l' Essenza. Vivi in Essa. E' Lei ora...quella Splendida Luce. Ma allora esiste ? Cosa ? Chi ? Ne Cosa, ne Chi. Esiste. Tu ! Gabbiano Solitario. Le Terribili Presenze : solo un Triste Ricordo, ormai. Tutto sembra realizzarsi per Te Ora. Dolce Creatura del Cielo. Quel Chiarore Infinito. La Tua Anima  Chiara e Limpida. Ti sembra Un Sogno. Un Sogno così Reale. Tu ! Gabbiano Solitario. Candide Ali, Tiepide Acque : Visioni. 07.03.1996

condividi su Facebook condividi su Twitter