Poeti Contemporanei


Io e il mio Noël...silenziosa fedeltà

di

CESARE MOCEO


...ispirata stasera da una bella foto di Noël assiso su una panchina del lungomare che mi ha regalato Salvo Ciano...

Scrivo
e m'accorgo di non aver
alcun interesse
di uscire dai miei silenzi,
visto che
anche fuggendone
il più velocemente possibile,
mi ritrovo sempre dentro il vuoto
che la mia indole coltiva.
E mi accontento,
facendomele bastare,
soltanto ormai
delle miti serate estive
in una panchina in riva al mare,
a ondeggiare dentro soavi brezze
al chiaror della luna,
oppure
delle fredde giornate d'inverno,
scaldate dal mio Noël
e dai versi del mio scrivere
a donarmi quel pieno vivere
che solo il fedele silenzio riempie
.
Cesare Moceo ragazzo del 53
Poeta di Cefalù destrierodoc
@ tutti i diritti riservati




condividi su :

Facebook


avatar

CESARE MOCEO