PENSIERO


L’URTIMO SALUTO

Opera scritta da :

MAURO LO SOLE


Ciao Gigi... te ne sei annato cosi, all'improvviso, senza avvertì nessuno, in punta de piedi a modo tuo, senza disturbà, da grande Maestro, er giorno der tuo compleanno!.
c’hai fatto strigne er core, dal dolore, cosi come quanno c’è facevi ride a squarcia gola......
Coi tuoi personaggi, le tue macchiette e ancora con gli scioglilingua, le canzoni, le irriverenti risate, le parodie, le barzellette!
Perchè nun eri solo un granne attore, co quer soriso c'hai regalato mille e forti emozzioni e ar pubblico der granne teatro, er novo Petrolini...
Ora Roma piagne, l’urtimo Re, che è volato via, ner cielo e la Roma, che tu hai sempre amata, è triste e te saluta commossa, per l’urtima vorta, come quanno sapriva er sipario... Ciao Gigi buon viaggio!!!




condividi su Facebook