VOCE NELLA NOTTE


LUCIDITà COME CONDANNA, CIORAN

Opera scritta da :

SURREALEX IVANOV


La lucidità è una condanna, per Emil Cioran. La lucidità è un processo di erosione lenta dell'Io che si avventa contro se stesso, nel momento in cui il soggetto si scinde specchiandosi in un'immagine mortifera, come l'immagine che Narciso contempla sulla superficie dello stagno. Dalla coscienza come scissione, tema ricorrente in Kierkegaard e Nietzsche, Cioran ricava il corollario della lucidità come strappo esistenziale. Non c’è anatomista più spietato nell'analizzare quel «lato notturno» dell'esistenza che ci avvolge in un manto oscuro.




condividi su Facebook


avatar

SURREALEX IVANOV