BLOG OGGI

TRA SOGNO E REALTA'...2

Nell’anno scolastico 93/94, venivo svegliato da mia madre ogni mattina per andare a scuola. Puntualmente, entrava nella mia stanza e andava verso la finestra, alzava la tapparella e mi chiamava. Un giorno, apro leggermente gli occhi e vedo mia madre (almeno così pensavo) che entra nella stanza e tra me e me penso: “sono già le sette e mi devo alzare per andare a scuola…”! Aspetto con gli occhi chiusi e mi preparo all’impatto della luce appena veniva aperta la tapparella. Aspetto…ma la tapparella non viene alzata, così apro gli occhi e mi accorgo che è piena notte e in camera mia non c’è nessuno. A quel punto penso che mi sono sbagliato! Qualche giorno dopo, stessa scena: vedo questa sagoma scura che somiglia a mia madre che va verso la finestra e io penso che il fatto di vederla scura, dipendesse semplicemente dal buio della camera. Ancora una volta, niente. Incomincio ad insospettirmi e aspetto che succeda di nuovo. Dopo qualche giorno, ecco che succede ancora. Con gli occhi semi-chiusi vedo questa donna, con le pantofole con la punta aperta e calze velate nere. Gonna fino al ginocchio e un po’ robusta. Apro subito gli occhi e la vedo sparire nella tenda della mia camera…! A quel punto ho avuto la conferma: le altre due volte, non stavo affatto sognando! La cosa non mi ha impaurito, perché comunque non mi faceva del male…quindi, perché preoccuparsi!? L’ho rivista ancora una volta, questa volta è stata l’ultima, che svegliandomi nella notte, l’ho vista andare dalla finestra verso la porta della camera…per poi sparire per sempre…!

condividi su Facebook condividi su Twitter