POESIA
Poeti Contemporanei


SETTEMBRE

Opera scritta da :

SILVIAT


SETTEMBRE dorme il vento in cespugli di sangue fruscianti dolce un canto di malinconia sulle trecce sciolte della terra che s'è data a un bacio violento di sole inebriante di rose incarnate vago di promesse sul labbro dischiuso dei frutti maturi. Caligine ambigua di sensi vanisce e una luce diffusa di trasparenze che sanno ritaglia il profilo dei tetti sotto un cielo sereno. Odore forte di tutte le cose disfatte. Una stilla di lagrima freme in nere pupille di grappoli silvia




condividi su Facebook