VOCE NELLA NOTTE


INCASTRATI

Opera scritta da :

VITTORIA GARIANO


La notte, si dovrebbe riposare, sia il corpo che la mente. Ma tante volte mi sveglio al mattino, piu'stanca di quando mi sono coricata la sera. Forse il passato, il presente, il futuro.... Tante volte faccio fatica a svegliarmi, ad uscire da quel sogno o meglio dire, da quell'incubo. Mi sento incastrata, e spesse volte, in qualcosa che non ricordo. E di conseguenza, mi sveglio distrutta, senza forze, stanca mentalmente. Vorrei che tutto cio'si placasse, ma pultroppo oltre la mia vita personale, mi faccio sempre pensiero delle persone alle quali voglio bene, alle persone che non ci sono piu', e che vorrei rivedere anche per un momento, per avere almeno un occasione di riparare. E poi c'e' anche questa societa', e le persone che ci governano, che pensano solo "a loro", certamente non a noi. I buoni propositi ci sono, ma mancano le basi.... E' inutile continuare questo discorso. Ma a buon intenditore, poche parole, "bastano".




condividi su Facebook