POESIA
Poeti Contemporanei


SCORCI DI PERDIZIONE

Opera scritta da :

CESARE MOCEO


Pur nell'inconscia realtà malvagia
che l'immaginazione trascende
nel terrore del tormento

niente può esser più veritiero
del trovarsi in un abisso
infinitamente profondo

oscurità di pace e d'intimità
in cui l'anima assapora le sue angosce
e da cui sembra non possa più rinsavire

spiaciute visioni di viaggi sconvolgenti
brividi importanti di dolori taciuti

Canto intenso il mio dire
al cullar del fluido pensare

a mostrare al mondo irritazioni nascoste

ridotte a matasse aggrovigliate
che non riesco ancora a dipanare

E ristagno claustrale in me
a piangere nei miei fazzoletti

con passi interdetti e vagabondi
che interpretano i mutevoli umori

dentro il sorridere ironico
del vano cercar slanci di speranza
.
Cesare Moceo poeta di Cefalù
Destrierodoc @ Tutti i diritti riservati




condividi su Facebook


avatar

CESARE MOCEO