POETI CONTEMPORANEI

SENTINELLA

Nel cielo dell'alba le nuvole bigie che scendono basse sull'ala del vento con lembi disfatti,somigliano a vele d'antichi naufragi nel mare del tempo uno dorme, uno veglia Nell'aspro del sasso due sacchi di cencio due macchie di sporco, di grigio pastrano uno dorme, uno veglia La gota scarnita rischiuma la barba nel mentre che trita nuvole e pane Si ferma ! La mano ripalpa la canna gelata.... riprende.... e il cuore rimastica nuvole e pane: la morte, la vita la morte, la vita. Lo scoppio rosseggia violento,feroce e sibila sassi, brandelli sterpaglia.... non mastica più s'accascia pian piano sull'altro che dorme '''già l'ora del cambio?!'' Silenzio... ''Perbacco che sonno!...s'è già addormentato !'' uno dorme uno veglia

condividi su Facebook condividi su Twitter