Poeti Contemporanei


A mio padre

di

VITTORIA GARIANO


Ora, ti restituisco le carezze che non ricordo, ora che sei in quel letto, quasi indifeso, ti restituisco i baci sulla fronte che non ricordo. Ora, senza alcun rancore, per il tempo perduto, ti posso dire, sei mio padre, "ti voglio bene".




condividi su :

Facebook


avatar

VITTORIA GARIANO