PAGINA DI DIARIO

AL TEMPO DEI MAIALI ERAN SOSPIRI 149

OGNI RIFERIMENTO A COSE PERSONE E FATTI E' PURAMENTE CASUALE

Quelle vicende negative non le avremmo volute,il nostro futuro era stato nuovamente minato e minacciato fino dalle sue radici,coinvolgendo la persona
alla quale era affidato il nostro futuro,al quale eravamo grati per la considerazione
che ci aveva elargito,come un raggio di sole sfuggito alle nuvole cenerine che si appresta ad aprire il cielo allo splendore di azzurri abbagli di gioia...Colui al quale
dovevamo anche il bel rosa fucsia dei nostri sogni e al quale eravamo oramai affezionati come ad un vero padre,sinceramente,non per il profumo del denaro
che usciva dal suo sorriso,e questo nonostante lo conoscessimo da poco tempo,
un soffio di Zefiro nell'eternità dell'oggi senza calendari...Insomma,per raggiungere
la felicità dovevamo riuscire a passare da un altro stretto cunicolo buio e umido,
dovevamo ancora superare le sette prove della verità.La luce calda e tonificante del sole era ancora oscurata da un cielo plumbeo e minaccioso di tempesta,ma non ci
saremmo arresi tanto facilmente,la priorità era naturalmente il buon fine di quella
brutta storia e la salute del signor Poussin,senza scordare il nostro futuro di artisti
e di uomini realizzati,dovevamo giocare tutto quello che avevamo a disposizione,senza paura,non ci sarebbe stata un'altra possibilità uguale a quella
in caso di fallimento,il contratto ed i soldi avuti in acconto non sarebbero contati
nulla senza la presenza di Olivier.

OGNI RIFERIMENTO A COSE PERSONE E FATTI E' PURAMENTE CASUALE


condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

CLAUDIO INNOCENTI