PAGINA DI DIARIO


AL TEMPO DEI MAIALI ERAN SOSPIRI 144

Opera scritta da :

CLAUDIO INNOCENTI


OGNI RIFERIMENTO A COSE PERSONE E FATTI è PURAMENTE CASUALE

l'unica decorazione di quel freddo e angusto locale al secondo piano erano dei
brutti ceffi che incutevano timore solo guardandoli per un attimo di soppiatto,
era impossibile sostenere il loro sguardo senza rischiare di finire in un litigio...
Avevano delle facce per nulla raccomandabili con occhi penetranti e cattivi di un nero seppia profondo molto bello che stonava con la loro parvenza di malavitosi,
ci voleva poco a capire che non erano persone con la coscienza pulita.In un altro
angolo del corridoio c'erano tre donne da l'apparente età di circa trentacinque anni,
rotondette ma belle donne,con tanto di quel trucco sul viso che sembravano maschere di carnevale...Portavano una minigonna vertiginosa che lasciava
intravedere tutto,anche perchè non portavano assolutamente le mutandine.Si capiva
benissimo che erano ragazze della notte,lucciole che davano sesso a pagamento.
Dopo circa venti minuti d'attesa il commissario ci ricevette nel suo ufficio. " Prego
signori,venite pure avanti...Accomodatevi,discorreremo meglio,ma intanto
buongiorno. " Rispondemmo a quel buongiorno con un po' di timore,come se avessimo delle magagne da nascondere quando invece eravamo puri come acqua
di sorgente.
Commissario Corselli. " Come già avrete immaginato vi ho fatto venire al commissariato in riguardo al rapimento del signor Olivier Poussin,abbiamo ascoltato la vostra conversazione telefonica e devo dire che sono rimasto
perplesso da l'atteggiamento sicuro che hanno mostrato,quello che è sicuro è
che non sono dei balordi qualunque ma veri professionisti del crimine. "

OGNI RIFERIMENTO A COSE PERSONE E FATTI è PURAMENTE CASUALE




condividi su Facebook


avatar

CLAUDIO INNOCENTI