POESIA
Poeti Contemporanei


SIMULACRI DI DAME

Opera scritta da :

CRIS


Simulacri di dame 'l palazzo risuscita
da vene inferocite che sbuffan cocaina
compiacente e autarchico l'ondeggio ergesi
d'una noia che neutralizza i nascondigli.
inebetite ridon le collane
che qual serpenti a' colli s'avvincon
il velen stritolante iniettando
d'un effimero luccichio.
sbadigliante decomponesi la sera
in frammenti di vacuità intrisi
e gemente a rintanarsi 'l correr scioglie
sotto l'ombrello di spilli dell'oscur.
più non sa deambular il domani
forse mai davver possedette
gambe 'n cui scorger il passo suo potesse.




condividi su Facebook


avatar

CRIS