POESIA
Poeti Contemporanei


LE TEMPESTE

Opera scritta da :

CRIS


Di roventi gorgoglii 'l soffio recate
la ove uran sbuffa è nitida vostra sorgente
dipartesi l'alma vostra pe' diluvi e cascate
d'idra 'l volto cupo rivelando e irriverente.
eppur il so non sol a sensazion meste
indur sapete voi bizzarre tempeste
ma pur violente ancelle siete di gaiezza
che sempre detien aroma di freschezza.
al primigenio apparir tutte sembianze avete eguali
tonanti gracidar di impetuosi temporali
ma ogni goccia vostra che posasi sovrana sulle gote
soavità possiede di soffuse note.
or spettator ne siamo noi da finestre rabbuiate
ch'a fotografie dispongonsi nelle nostre giornate
cronos v'è nel qual l'alma sapete richiamare
al disio d'armonia che spazzi 'l triste suo ondeggiare.
e allor benedicavi 'l Dio pioggia pur s'aggressiva
che baglior siete d'una natura ardente e viva.




condividi su Facebook


avatar

CRIS