POETI CONTEMPORANEI

VITA DI UN LIBERTINO

In una calda notte d'Agosto
si è fermata la vita di un libertino
colma di respiri edonisti.
Se n'è andata solitaria
la sua vita,
come l'aveva vissuta
nonostante la moltitudine
di gente che gli stava vicino
e gli costruiva ponti d'oro intorno.
Al primo impatto con la morte
il suo spirito
se n'è andato insieme al fumo
delle sigarette,insieme
alla sua superficialità...
Con la sua morale
buona solo per gli altri.
per la sua presunzione d'immortalità
nonostante il catarro
gli chiudesse i polmoni...

Al primo impatto con la morte
è restato al buio in infimi antri
infestati dai bastonatori della coscienza
e della stoltezza
che gli hanno riconosciuto
nefandezze al di fuori
di ogni afflato di ragione
che riconosce la bellezza
di un cielo stellato,la bellezza
di un cielo baciato dall'oro del sole
che risplende luce
nei suoi abbagliati azzurri...
La beltà dei blu e dei turchini
del mare che riempiono la solitudine
di cuori franti con letizia
che rallegra il cuor
e riempie di moltitudini di gioia
il pensiero e il desiderio,
la voglia di sentirsi partecipi
del miracolo che ci vede presenti
in questo giardino ricco di meraviglioso.

Al primo impatto con la morte
è restato al buio in infimi antri
con la sua scelleratezza
travestita da amore,forse
dovuta al fatto di aver avuto
un'ignoranza cronica
che gli ha negato
la conoscenza dell'essere umano,
la psicologia dell'essere,la conoscenza
dei sentimenti che regolano l'esistenza,
che tagliavano col le sue parole
la felicità di altri sentimenti,
la luce di altre emozioni
oscurate dalla sua presupponenza.
In parte dovuta al fatto
di aver avuto una giovinezza travagliata
e povera che lo ha condizionato
nascondendogli i valori etici
che la vita dona alla coscienza.

Non ha trovato la compagnia dei propri cari
nel momento di un trapasso misterioso
che cela arcani risvolti ancor oggi
a distanza di tanti anni...L'evento improvviso
non ha permesso
alla fiamma del suo amor nascosto
di accendersi al calare della prima ombra.
Se n'è andato solitario
come aveva vissuto
pur nella moltitudine delle sue compagnie
nell'attesa del primo raggio di luce
che presenta la luce scintillante
dell'eternità dello spirito.
Riposa in pace.

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

CLAUDIO INNOCENTI