POETI CONTEMPORANEI

QUANDO

Quando la parola
astenersi saprà d’esser vendetta
delle carezze del silenzio,
quando il respiro d’un fiordaliso
all’uomo rivelerà intonse
le inossidabili memorie della terra di cui fu figlio,
quando rivoli di iridescenti lacrime,
sul viso s’incideranno a ricamare storie
d’illuminata fraternità demiurghe,
quando la cima montuosa della ragione
offrendosi andrà al sole d’un’inviolabile fede
allora l’uomo disegnarsi potrà uomo,
tra contorni di amorose identità,
ch’a patir non avranno
né perfidia né paura,
ma ad abbeverarsi s’imprenderanno
a sorgenti di inscalfibile concordia.

condividi su Facebook condividi su Twitter