BLOG OGGI

AL TEMPO DEI MAIALI ERAN SOSPIRI 112

OGNI RIFERIMENTO A COSE PERSONE E FATTI è PURAMENTE CASUALE

MA torniamo al prima,al tramonto della seconda guerra mondiale che s'alzava con respiri purpurei e vermigli di speranza mischiati a l'ambrato e al ruggine dell'oro del
sole che salutava tutti con un gran fragore portando letizia nell'attesa di una notte
stellata al chiar di luna,presagio di buona fortuna,di ritrovata serenita che l'alba
annunciava con sobrietà,priva del rintronar delle bombe e del silenzio che timor
nasconde.In quella prima magica alba regnava una gran confusione,smarrimento,un senso di gioia che stentava a uscir da l'ancor fresco sgomento,i ricordi delle atrocità
commessi contro l'umanità.Si doveva pensare alla ricostruzione ma il dolore ancora fresco alterava la ragione e nuovo dolor si unì alla vendetta fatta di vendetta sommaria in tutta fretta.In quel tempo oramai remoto c'era un grande handicap da togliere dagli
ingranaggi che ben fanno funzionare la società...La povertà,un grande mostro da
scacciare dalle nostre case,e pur adesso non si scherza,grandi scudisciate sferza e
con tal violenza che offende la speranza,i respiri di dignità che si nascondon dietro
muri d'umiltà...Povertà che condiziona i più deboli purtroppo,e ancor oggi la storia si ripete come si fosse dimenticata del passato che più non si vede,e in maniera pesante,tanto che ci stanno per toglier perfino le mutande.L'istruzione scolastica
era una chimera,un labile miraggio da mattina a sera,ed era riservata ai ricchi che potevano permetterselo e agli altolocati cui tutto veniva concesso,o guarda caso...
Tutto come adesso.Sicuramente la disorganizzazione sociale prendeva il sopravvento,
ma ancora adesso viviamo con lo stesso condizionamento...Il povero è sempre più
povero,il ricco sempre più ricco,oramai sulle tracce di avidi domatori di denari e si
arricchisce a man bassa oltraggiando la dignità e la felicità di massa.

OGNI RIFERIMENTO A COSE PERSONE E FATTI è PURAMENTE CASUALE

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

CLAUDIO INNOCENTI