POETI CONTEMPORANEI

STATO DI TRADIMENTO TRADIMENTO DI STATO

Da sanginolente fauci di pietade orfane
d'ispido e baldandoso giustizialismo
l'alma mia prostrata trovossi e poi umiliata.
ignobil orde d'accuse di falsità olezzanti
a cecchini del doman mio fuor addestrate
più senso non giacea, né di Cronos estensione
sol di uomo profanato straccio
d'altri folli triturato.
arde in gemiti ancor la schiaffeggiata verità
più non fui pneuma né son
solo ossa ch'ancor odonsi parlare
d'uno Stato cui creder disiai
ma che a me si rese in letal tradimento.

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

CRIS