MI SORRISE

Mi sorrise e mi fece cenno di avvicinarmi.
Mi buttai in quelle braccia, il mio corpo morbido contro il suo, così accogliente da farmi chiudere gli occhi e azzerare i pensieri.
E mi sciolsi come il miele che usavo mettere nel the caldo quando non stavo bene.
Ed era proprio quello il punto... Guariva ogni parte di me, era la mia dannazione e allo stesso tempo la mia cura. Capii di essere nei guai.
Sapevo che si sarebbe potuta abbattere su di noi qualsiasi tempesta, ma io in quelle braccia ci trovavo sempre un porto sicuro in cui potermi rifugiare.

condividi su Facebook condividi su Twitter