POETI CONTEMPORANEI

METAMORFOSI

...non avevo avuto ancora il tempo d'aprire gli occhi, quando fui improvvisamente svegliato da un battere d'ali in camera. Schizzai in piedi sul letto, inforcati gli occhiali, cercavo con lo sguardo in ogni dove.
Dopo un po' la vidi, posata sul letto vicino al mio, era bellissima e si muoveva a chiamarmi.
Una farfalla dai mille colori mi svolazzava intorno lanciandomi sguardi d’intesa; mi aspettava, mi chiamava stimolando la mia fantasia. Posatasi nuovamente sul letto mi accarezzava le mani, la schiena, il petto.......mi infondeva felicità.
L’ho fagocitata, si il mio corpo le ha dato dimora......
Ora anche io ero di mille colori e respiravo nuova aria.

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

JOHN