VOCI NELLA NOTTE

A LUI LI

I lampi continuavano ad illuminare la stanza buia
Anche se a nessuno fregava niente
Lui continuava a scrivere
Sembrava ormai avere dell'intimo con il niente
Ma forse era proprio il niente che
chiedeva

Di riempire quelli spazi vuoti che gli umani lasciano alle cose
Quelli che dopo un giorno di luce e casino
Vengono abbandonati alla notte e

A

Lui

Li
seduto sul mondo e sospeso nell'universo
Con le sue parole che stanno ferme
Mentre la terra gira
E fatto il giro
Ecco le parole...

"carta bianca e scritta nera
Cuore rosso di un antica era
Risultato finale di un ispirazione
Sotto effetto trance e confusione
Parole che insieme formano poesia
Che scrivo per non farle andare via
O forse solo una stupida mania
Che scrivo perché non la sento solo mia"

I lampi continuavano ad illuminare la stanza buia
Anche se a nessuno fregava niente
Lui continuava a scrivere
Sembrava ormai avere dell'intimo con il niente
Ma forse era proprio il niente che
chiedeva

Di riempire quelli spazi vuoti che gli umani lasciano alle cose
Quelli che dopo un giorno di luce e casino
Vengono abbandonati alla notte e

A

Lui

Li
seduto sul mondo e sospeso nell'universo
Con le sue parole che stanno ferme
Mentre la terra gira
E fatto il giro
Ecco le parole...

condividi su Facebook condividi su Twitter