BLOG OGGI

AL TEMPO DEI MAIALI ERAN SOSPIRI 85


OGNI RIFERIMENTO A COSE PERSONE E FATTI è PURAMENTE CASUALE

Mauro prese parola con un lungo sospirone. " La storia è toccante,triste e può
segnare psicologicamente il percorso vita di un piccolo uomo condizionandolo
pesantemente e uccidendolo nel morale e nei suoi affetti.Considerando che questi
sorsi di vita amari sono stati vissuti effettivamente viene da pensare alla vita futura che ha avuto poi quel bambino,se ne ha risentito psicologicamente.Io sono dell'idea che ne ha risentito anche se poi è diventato uno scrittore di successo,non si possono
cancellare attimi di così intensa tortura psicologica e fisica con un semplice tocco
di bacchetta magica,sono scolpiti profondamente nell'interiorità dell'anima e ormai
indelebili saranno trasportati dal vento carezzevole dell'eternità...A volte,purtroppo troppe il mondo è proprio cattivo,magari per ignoranza o proprio per cattiveria
recondita dell'animo che non vuole riconoscere la dignità delle persone,i loro
sogni,le loro speranze,le loro aspettative di vita...I desideri.Per ignoranza si fanno e si
dicono delle cose che se immaginassimo anche lontanamente le conseguenze
che portano,non ci sogneremmo mai neanche di immaginarle.Nel Mondo ci dovrebbe
essere empatia universale,amore riconosciuto a ogni latitudine.Siamo ancora lontani dalla perfezione,ma non diciamo perfezione che è cosa improbabile,ma diciamo
coerenza con la psicologia umana,non siamo abituati a ragionare da filosofi e le cose
che facciamo vengono per lo più da l'istinto animale che ancora ci condiziona,molte
volte perdendo la calma e imprecando anche per un nonnulla,e magari anche per cose
di poco conto risolvibili con una virgola messa al punto giusto...Con un po' di saggezza
Manchiamo di un'educazione mentale adeguata,il nostro bagaglio culturale personale
è povero e messo alla rinfusa senza ne capo ne coda,senza un'analisi logica
che ci aiuti a comprendere meglio se quello che ci circonda è positivo o
negativo...Una vera bolgia dalla quale è difficile venirne fuori.Peccato non abbiano
menzionato il titolo dell'opera dalla quale hanno attinto quelle impressioni
scaturite da esperienze altamente negative,mi sarebbe piaciuto leggerla
integralmente per sapere la storia della vita di quello scrittore di successo...
Probabilmente in qualche modo è venuto fuori dagli infimi antri dei suoi incubi,anche
se solo in parte,dentro la sua integrità interiore resterà comunque per sempre quel
velo di rammarico per non essere stato felice come altri bambini e di non poter
parlare bene di quel padre padrone che lo ha bastonato e deriso davanti alla
società. " Entrai in scena in un modo abbastanza inusuale,recitando una poesia scritta da me stesso,non tanto per proseguire il discorso combaciante con la triste storia
ascoltata alla radio,ma per far passare un altro po' di tempo senza annoiarsi e anche
per non ricadere nella densa bruma di prima che mi aveva fatto perdere il controllo
della coscienza facendomi adagiare in un lento torpore che mi aveva trasportato
nel mondo onirico.

OGNI RIFERIMENTO A COSE PERSONE E FATTI è PURAMENTE CASUALE.

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

CLAUDIO INNOCENTI