POESIA
Poeti Contemporanei


MIO FRATELLO

Opera scritta da :

MAURO LO SOLE


Mio fratello.
Quando il bambino,
era bambino,
se ne andava
a braccia appese
voleva che il ruscello
fosse un fiume
il fiume un torrente
e questa pozza
il mare

Quando il bambino era bambino
alzava la testa
alla luce del sole
e il sole
illuminava gli occhi degli uomini
Ci sono
troppi sogni nel tempo
e poco tempo
per sognare

Quando il bambino era bambino
non conosceva
il sapore della paura
per lui era tutto
perfettamente in ordine
con la sua volontà.

Quando il bambino non era più un bambino
allora la paura
diventava
il giusto equilibrio
per affrontare il coraggio

Quando il bambino era bambino
non sapeva
di essere un bambino
che credeva
di essere un uomo

Quando il bambino era bambino,
non sapeva
di essere un uomo
che credeva
di essere un bambino

Quando il bambino era bambino
se ne andava a braccia appese
voleva
che il ruscello fosse un fiume
il fiume un torrente
e questa pozza
il mare

Quando il bambino era bambino
non sapeva
di essere un bambino
per lui
tutto aveva un’anima
e tutte le anime
erano tutt’uno.




condividi su Facebook