POETI CONTEMPORANEI

PAROLA DI RE 27

Parola di re!...
Mi trovo sulla riva orientale del Nilo
vicino alla residenza reale
e ho terminato la cerimonia solenne di sacri riti
in onore di Horakhti Horus dell'orizzonte
e Harmarkhis Horus nell'orizzonte,
partirò immediatamente con la mia nave solare
per andare sulle rive occidentali del Nilo
nella valle di Hor Em Akhet...
Giunto alla meta del tragitto camminerò
fra le zampe della Grande Sfinge
e mi fermerò davanti al suo petto,
davanti al cancello di Rostau terrena.
Entrerò nella quinta dimensione del Duat
nel regno ultraterreno di Osiride Sokar.
Mi verrà offerto di scegliere fra due vie
per raggiungere Rostau,una è di terra,
l'altra è di acqua e sono a zig zag,
non potrò spostarmi da l'una a l'altra,
in mezzo arde un mare di fuoco...
Prima di entrare in uno di questi percorsi
dovrò varcare un cancello di fuoco.
Dopo che avrò scelto,io, re Horus
chiederò di essere condotto alla presenza
di mio padre Osiride...Il gran Sacerdote riferirà.
Al concilio degli dei dichiarerò le parole sacre di rito.
"Il cielo trema la Terra si scuote davanti a me,
sono un mago...Possiedo il grande dono della magia...
Sono diventato tale per poter glorificare l'immenso Orione.
Per poter sedere accanto a Osiride
come il più umile dei servitori.
Il concilio degli dei emanerà istruzioni
per la mia persona
gravandomi di impegni onerosi
ai quali sarò ben lieto di porre giuramento. "

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

CLAUDIO INNOCENTI