BLOG OGGI

AL TEMPO DEI MAIALI ERAN SOSPIRI 52

OGNI RIFERIMENTO A COSE FATTI E PERSONE è PURAMENTE CASUALE

Il signor Poussin venne fermato in viale Caprera da una pattuglia della polizia
stradale,che come consueto chiese i documenti di circolazione dell'auto
e la patente del guidatore,e fino a qui nulla di strano,normale controllo di routine.
Naturalmente era tutto in regola,figuriamoci se uno preciso e attento come Olivier
si perdesse in certe negligenze,per lui la programmazione e il rispetto delle regole
imposte dalla società erano prioritarie.Il fatto è che il poliziotto che controllò i
documenti,con un abile gioco di prestigio riuscì a scarabocchiare il libretto di
circolazione nei punti dove erano registrati la targa,il numero d'immatricolazione
e il nome del proprietario del veicolo...Aveva sul palmo della mano un piccolissimo
tamponcino imbevuto d'inchiostro di china.Faceva parte di un piano prestabilito
per rapire il ricchissimo uomo a scopo di riscatto e non è tutto!...Ormai è chiaro
che quelli non erano veri poliziotti ma delinguenti travestiti,comunque il signor
Poussin e l'autista non si insospettirono di nulla.i falsi agenti riconsegnarono
il libretto di circolazione ben ripiegato e la patente richiusa con cura,prima di
congedarsi in maniera gentile e col sorriso sulle labbra.Il viaggio verso l'aeroporto
di Milano Linate riprese tranquillo,ma appena furono fuori Parma,in un tratto di
periferia isolato vennero fermati da un'altra pattuglia della polizia stradale che
come al solito dopo aver dato gentilmente il buon giorno chiese il canonico
libretto di circolazione dewl veicolo e la patente del conducente.Olivier era alquanto
contrariato dal nuovo imprevisto e si capisce,era già la seconda volta in poco tempo
che lo fermavano e rischiava di perdere l'aereo.Quando i poliziotti gli chiesero
di chi era l'auto e un altro documento d'identità cadde dalle nuvole e un po' alterato
disse. " Ma che storia è questa,sono stato fermato pochi minuti fa da un'altra
pattuglia e andava tutto bene,naturalmente,ora voi mi chiedete di chi è l'auto
e un altro documento...Francamente non capisco,ma forse è solo una presa in
giro. "

OGNI RIFERIMENTO A COSE PERSONE E FATTI è PURAMENTE CASUALE

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

CLAUDIO INNOCENTI