Poeti Contemporanei



Mitkwerk

di

CLAUDIO INNOCENTI


Mitkwerk camminava ostentando il suo sogno,
un caldo e delicato soffio di vento
sfiorò il suo viso teneramente
come la carezza di un petalo di rosa.
Intorno a lui nessun volgeva il passo
solo il fastigio del monte si stagliava
d'innanzi candido e maestoso
nella sua candida e imponente bellezza...
Era il meriggio e le ombre corte
si davano la mano in segno d'empatia.
Alzò gli occhi al cielo per dire
" Ma cos'è stato!... "
Un brivido percorse il suo corpo impreparato,
pervase la sua anima sorpresa.
Era la morte che gli era passata d'accanto
carezzandolo come un figlio ancora da partorire.




condividi su :

Facebook


avatar

CLAUDIO INNOCENTI