Poeti Contemporanei



Ma più parca di felicità

di

CLAUDIO INNOCENTI


Ci complichiamo l'esistenza
da noi stessi,
troppa burocrazia
allunga il tempo dell'azione,
nega un sorso di vita
donando respiri di frustrazione
a questa società
sempre più ricca di progresso
ma più parca di felicità...
Aumentano i miserabili
e cala la tranquillità.
Non c'è più pace
e bisogna lavorar duro
per guadagnar
piccole somme di denaro
fra la diffidenza e l'arroganza
di chi da l'alto di poteri forti
ci comanda...
Schiavi del potere
corriamo come automi
dietro al denaro
e intanto aumenta il crimine,
il lavoro nero.
Ci complichiamo la vita
da noi stessi,
ci crediamo furbi
e invece siam fessi.




condividi su :

Facebook


avatar

CLAUDIO INNOCENTI