POETI CONTEMPORANEI

SEKHMET

Andare,
è andare e camminare
di fianco
la stazione,
la città
è andare e venire di gente
sul grigio selciato,
caldo,
è il tempo
senso e tempo nella pietra grigia.
Andare e venire
le volte architettoniche
moderna stazione,
a galleria
voci
di treni che arrivano, partono,
echi del tempo,
paesi a me cari.
Ho freddo a volte,
a volte ho caldo,
cammino e mi siedo,
sotto di te, vicino a te.
Sekhmet
mezza donna e
mezza leonessa.
Sono qui,
statua che vede
sono qui,
che aspetto.
L'immortale,
piramidi egizie,
sono qui,
Pregavo e lo sapevo,
Sekhmet.

condividi su Facebook condividi su Twitter