POETI CONTEMPORANEI

DA UN AMOR TROPPO GRANDE

L'acqua del mare
come una mamma premurosa
protesse il primo sorso di vita
da un amor troppo grande
che le avrebbe bruciate
dal troppo calor del suo abbraccio
fino a quando
non si formò l'ozono...
La Terra così donò
la sua fertilità,
i suoi frutti nutrienti e dolci,
il suo grano,il suo mais
gialli come l'oro del sole
a mani protese
che cercavano misericordia,
un aiuto superiore,
divino...
Sostentamento per i loro corpi
e il loro spirito,
un aiuto morale
per combattere la debolezza
di piccoli esseri
indifesi contro gli eventi
atmosferici e le malattie,
il sorriso di occhi azzurri
come l'aria del cielo
per scacciare il timor
di mostri che vengono dal nulla
per rubare l'afflato vitale
di un'anima che non conosceva
ancor i respiri del male.

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

CLAUDIO INNOCENTI