POETI CONTEMPORANEI

PENSIERO FILOSOFICO © IRISV

Celati son a noi misteri esistenziali,
origini dell'innate paure insormontabili,
inconsulte reazioni, smarrimenti e aberrazioni.
L'oscurità riconduce alla fonte dei disagi,
la solitudine s'occulta nei silenzi prolungati
e ci asseconda mestamente,
inequivocabilmente, fedelissima amante.

Ci arrampichiam su specchi,
onde palesarci degni ad altrui occhi,
bensì nella matrice siam confusi,
perennemente in cerca di noi stessi,
dell'io che s'ostina a non svelarsi,
a non aprirci gli occhi foderati
alfin di dissipar dubbi circuenti le menti.

Stolti, peregriniam alla rinfusa,
alla ricerca di qualcosa lungi dalla coscienza;
ci aggrappiam alle radici,
onde evitar d'esser estirpati e perder sì memoria d'esser nati.
In ragione della moderazione, abdichiamo gl'istinti naturali,
tuttavia viviam nella gravosa incognita
d'ignorar realtà, attinente al pensiero filosofico,
sul chi siamo, donde veniamo e dove andiamo.

Celati son a noi misteri esistenziali,
origini dell'innate paure insormontabili,
inconsulte reazioni, smarrimenti e aberrazioni.
L'oscurità riconduce alla fonte dei disagi,
la solitudine s'occulta nei silenzi prolungati
e ci asseconda mestamente,
inequivocabilmente, fedelissima amante.

Ci arrampichiam su specchi,
onde palesarci degni ad altrui occhi,
bensì nella matrice siam confusi,
perennemente in cerca di noi stessi,
dell'io che s'ostina a non svelarsi,
a non aprirci gli occhi foderati
alfin di dissipar dubbi circuenti le menti.

Stolti, peregriniam alla rinfusa,
alla ricerca di qualcosa lungi dalla coscienza;
ci aggrappiam alle radici,
onde evitar d'esser estirpati e perder sì memoria d'esser nati.
In ragione della moderazione, abdichiamo gl'istinti naturali,
tuttavia viviam nella gravosa incognita
d'ignorar realtà, attinente al pensiero filosofico,

E maggiormente... per qual motivo esistiamo?

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

IRIS VIGNOLA AUTRICE