POETI CONTEMPORANEI

DERIVA

E la rosa rossa seccò quando falena venne e si posò. Si essiccò anche il bel gelsomino come uno scheletro nel mio giardino.
Da cent’anni ho sospeso questo peso: d’abito giallo violato uomini e donne mi hanno baciato perché ho tradito te Signore ma non dell’umano dio in me l’Amore.
E le amare derive da ieri sono bianco vapore perché ora oggi sono deriva.

condividi su Facebook condividi su Twitter