POETI CONTEMPORANEI

DEE CREATRICI PARTORISCON FIGLI

" Dee creatrici partoriscon figli. "
Deve aver creduto l'essere antico
agli albori del saper parco...
Occhi increduli impediscon sbadigli.

Non avevano capito che la vita è figlia del coito,
l'evoluzione iniziava allora il suo cammino
fatto d'inciampi e un gramo destino
per la sopravvivenza...Hanno gioito.

Quando dopo il timor della tempesta
un imprevisto fuoco ha fatto la sua comparsa
dando brucior ad improvvida mano,ma sollievo a membra intorpidite.

Stupore per lieta nuova,giorno di festa
che scaccia la paura...Sapienza scarsa
crea esseri superiori per nuove vite.

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

CLAUDIO INNOCENTI