POETI CONTEMPORANEI

ERI USCITA DAL SOGNO PER OMAGGIAR LA PRIMAVERA

Alzai gli occhi al cielo,triste
e freddo come un inerme statua di marmo
in uno di quei giorni in cui il mondo ti cade addosso,
e anche il tempo era inclemente.

La pioggia era cessata e il sole
occhiolinava sorridendo...
Si formò un bellissimo arcobaleno
e tu ci correvi sopra coi capelli sciolti al vento.

L'immagine del paradiso che si svelava,
cosa potevo voler ancora,eri uscita
dal sogno per omaggiar la primavera
e le mimose in fior s'inchinarono al tuo passaggio.

Ti guardavo con occhi languidi pieni di felicità
quasi invidiando la tua vitalità.

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

CLAUDIO INNOCENTI