POETI CONTEMPORANEI

FRATELLO FRANCESCO

In questo mondo così tremante e smarrito
dove la paura fa mancare il fiato
fresca risorga l’impronta del Cristo
e specie in chi non l’ha mai cercato e visto.
Si tendan cuori si tendano mani
soprattutto verso i poveri e i lontani
portando il dono ineffabile della Croce
che di chi salva rivela la voce.
Papa Francesco in questo mondo gemente
che fatica a rendere Dio presente
sii il grande abbraccio verso quell’umanità
che tanto ti ama e tanto ti seguirà
le tue parole sono rivelazione
della speranza della risurrezione
dalla finestra da cui ti affacci in Vaticano
fai sentir amato ogni essere umano.
Ognuno di noi ha pelle di peccatore
ma se sceglierà la legge del Signore
berrà dell’acqua che disseta per l’eterno
e vedrà svanir da se ogni inverno
di solitudini, debolezze e perfidia
di cattiverie, egoismi e invidia
e si riscoprirà un esser rinnovato
figlio di Dio, al centro del suo creato.
più non ci sarà angolo di questa realtà
che non profumi di vera santità
e il germe velenoso della sofferenza
più non inquinerà la nostra esistenza,
se con fede e coraggio strapperemo il velo
del timore di leggere il Vangelo
figli di Dio saremo tutti benedetti
liberi dal carcere di limiti e difetti.
Insegnaci questo mistero della fede
In cui il vero bello è oltre quanto si vede
quel Padre Nostro che sicuri ci renderà
che l’autentico amore è nella sua volontà
necessario non è viver d’illusioni
né di sogni né di presunzioni
che il Padre che ci vede fratelli e amici
sa cosa serva davvero perché siamo felici.
Papa Francesco leggi dentro i nostri occhi
ciò che vorremmo tanto dir ma non sappiamo
scolpito un sentimento dentro il cuore abbiamo
che ti amiamo e ti veneriamo,
volar sapremo con poderose ali
se impareremo a essere essenziali
a portar Dio dentro chi non sta bene
allora i giorni non saranno più catene.
Scintilla puro tra le colonne del Bernini
Il tuo amore per tutti i bambini
Noi tutti piccoli dovremo ritornare
e lasciarci da Dio conquistare,
dal rispettarci per come ci ha voluti
dal percepire sempre che ci ama
e a noi stessi saremo meno sconosciuti
se ci accorgiamo quando egli ci chiama.
Papa Francesco eccoti questa mia vita
con i suoi sogni e con ogni sua ferita
Io so che il mondo un giorno esser potrà migliore
quando in noi soltanto regnerà
Il nostro Salvatore. .






condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

CRIS