POETI CONTEMPORANEI

LO SPIRITO DELLA NOTTE

Quella notte ero agitato,
mille pensieri
mi passavano nella mente
tutti insieme
come acque cadenti
dalla cascata.
Non riuscivo a prender sonno
fino a che
lo spirito della notte
non mi ha preso per mano
e accompagnato
oltre sentieri di luce calda
e accogliente.

Mi ricordo di aver varcato
una porta
fatta di fiamme di luce,
del fuoco della creazione
e di essermi ritrovato
di fronte a un mare turchino
che correva a l'orizzonte
diventando sempre più blu
fino a svanir nel cielo.

Una piccola stella
mi ha deposto
su una spiaggia ricca
di respiri di meraviglioso
e palme di banana e noci di cocco.

Una voce rilassante mi parlava,
ma pur voltandomi agli orizzonti
dei quattro punti cardinali
non vedevo nessuno...
Ma ero sereno.
Ad un certo punto mi disse.
" Non mi cercare
dove non posso esistere,
io sono il tuo se stesso,
il doppio del tuo io sono...
Io sono te,tu sei me
nell'unione spirituale
del tempio dell'uomo.
Esiste un altro mondo
al di là dell'orizzonte,
il mondo degli spiriti scomparsi,
gli dei delle acque profonde
dell'oceano,ti vogliono aiutare...
La barca che hai costruito
non può ancor navigare,
deve aver qualità divine
per superare alti valli e ondine,
una protezione naturale
che ti verrà concessa
al momento del varo,
ma devi esser sincero
con te stesso e con gli dei
delle acque profonde,
devi immedesimarti
nel moto perpetuo dell'onde...
Devi esser te stesso moto e onde.
Offerte e sacrifici
di doni d'amor e frutti prelibati,
dei migliori
per ingraziarti i divini signori
delle acque col rispetto,
inoltre dopo il parto
lascia la tua donna a purificar
il corpo per lungo tempo
sulla terraferma,or la tua barca
ha un'anima,un nome
da non imbrattar con atti impuri,
gli dei delle acque profonde
vigilano col cor dell'onde.
E ricorda,non seppellire
il corpo dei morti in mare
ma ben lontano dalla costa
dove del mar non s'oda tempesta.
Se così farai
una vita fiorente riceverai. "

Poi una luce immensa mi ha accecato
e nel roseo baglior dell'alba
mi son destato.
Era un mattino vivo e frizzantino
che mi ha lasciato in cor letizia di bambino.

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

CLAUDIO INNOCENTI