POETI CONTEMPORANEI

RAGAZZI AL MARGINE

Vendere la pelle
per le strade,
o sui muri delle scuole.
E strapparsi l'anima,
nelle sere senza luna,
tra fumi densi
e dolci
e sogni dilaniati,
lasciarsi scivolare
sul selciato,
sciolti
come spuma di birra,
fra bottiglie vuote
e angoli di vita
frantumata.
Giovani inermi,
guerrieri attoniti,
arresi, ormai
ad un vuoto
c'avvinghia.
Dov'è il nulla,
che senza confini
irrompe,
inonda
e morde.
Dov'è la pietra
che ferí?
Da chi fu scagliata
a lapidarvi la vita?
Da chi senza peccato
non era.
Ma restate lì,
senza respiri profondi,
solo una smorfia sul viso,
sedati.

Antonella La Frazia

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

ANTONELLA LA FRAZIA