POETI CONTEMPORANEI

ODOR DI GRANO

Nelle notti stellate di Maggio
si sente l'odore della campagna,
l'odor del grano
penetrare nei polmoni,
alimentar speranza,emozioni
il desiderio di portare
alla luce del sole il sogno
di un'alba accesa di meraviglioso,
illuminata d'immenso,
dove ogni singola goccia di rugiada
diviene una stilla d'amore,
un pensiero,un'azione gentile
da dividere in parti uguali nel mondo.

Nelle notti stellate di Maggio
le piccole lucciole fan bisboccia,
ci fanno compagnia
col barbaglio di luci intermittenti
che brillano nel chiaror della luna,
auspici di buona fortuna
fra spighe i grano dipinte dall'oro del sole
e papaveri colorati di rosso splendore.
Alimentano il desio dell'innocenza,
speme d'infanti vive nel sogno
che vedono in loro monete tintinnanti,
la magia di un pensiero divino
se sono stati buoni e ubbidienti.
Il premio di un piccolo soldino
per realizzare un desiderio,
il sogno di un bambino.

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

CLAUDIO INNOCENTI