POETI CONTEMPORANEI

MITKWERK

Mitkwerk camminava ostentando il suo sogno,
un caldo refolo di vento,impercettibile sfiorò il suo viso
tenero come la carezza di un petalo di rosa.
Intorno a lui nessuno volgeva il passo,
solo il fastigio del monte si stagliava d'innanzi.
Era il meriggio,ombre corte si davano la mano.

Alzò gli occhi al cielo per dire " ma cos'è stato?... "
Un brivido percosse il suo corpo impreparato,
pervaso la sua anima sorpresa.
Era la morte che gli passava vicino
carezzandolo come un figlio ancora da partorire.

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

CLAUDIO INNOCENTI