BLOG OGGI

AL TEMPO DEI MAIALI ERAN SOSPIRI 2

Marco e Mauro erano due bravi pittori,e come tutti gli artisti sognavano l'eternità
del nome scolpita nel tempo.Un giorno la dea bendata ha raggiunto le loro dimore
portandogli la fortuna riservata a pochi,ma meritata per il loro impegno e il loro
ingegno artistico,ma si sa,non tutte le ciambelle riescono col buco.Infatti arrivano
alcune contrarietà.La situazione volge veramente al brutto,loro malgrado. Sono
coinvolti nel rapimento del loro talent scout e magnate Olivier Poussin.
La vicenda,puramente inventata è lunga e complicata,e riserva molti colpi di scena,
anche clamorosi.Tutto il romanzo non è però imperniato nella storia del sequestro
di persona,che comunque resta il cuore del racconto.Il punto focale col quale
si riunisce un intreccio complicato di situazioni al limite de l'inverosimile.
Ci sono episodi,alcuni fantastici e altri reali,questi ultimi accaduti veramente,mascherati nei nomi dei vari personaggi.In alcuni passi è anche
autobiografico,piccolissime schegge della mia vita.Tutto è rappresentato
in modo credo originale,durante il percorso di questa opera vengono descritti
minuziosamente luoghi e vestiario,e ci si addentra in itinerari turistici e storici.
Spero di essere stato abbastanza coerente con la realtà,visto che molti di questi
luoghi non li ho mai visti,ma descritti solo per documentazione.Le tre città prese
in considerazione sono:Pistoia,luogo della mia nascita,Parigi dove ho soggiornato
una settimana e Parma che non ho mai avuto l'onore di visitare.Non manca neppure
l'amore che sboccia fra Marco e la bellissima Michelle...La politica nel malcontento
della popolazione che rispecchia l'andamento attuale di questi ultimi anni,e neanche
la poesia.Viene anche considerato il problema della fame nel mondo,della povertà,
dell'immigrazione,della violenza in generale,e di considerazioni inscritte in specie
di commediole.Insomma,in queste pagine,oltre a l'idea principale che comanda
la storia,si possono trovare vari tipi di condizione sociale e morale.Il libro descrive
la società nella quale viviamo attraverso le vicende di due pittori,per di più parenti,erano cognati.Vicissitudini positive e negative attraversano riflessioni,
considerazioni sociali e personali del personaggio primario: Marco,che racconta
le sue storie nel modo in cui si scrive un diario.Nei vari passi si possono vivere momenti di gioia,di sogni realizzati come se fossero i nostri,che a un certo
punto rischiano nuovamente d'infrangersi sugli scogli della sfortuna,nel mare dell'oblio
e tutto a causa di un rapimento a scopo di riscatto.Riscatto per ottenere soldi
da investire nell'idea umanitaria di un mondo migliore e più giusto,che nel suo insieme sarebbe stata di ideali nobili...Però!...Suspense,azione,poesia,dolore,smarrimento,
spensieratezza,amore saranno la linfa di tutto il racconto basato su un fatto
inventato di sana pianta e condito con piccoli fatti della mia vita vera,autobiografici
svolti fra Pistoia e Parigi,visto che Parma non la ho mai visitata,e naturalmente
camuffati ma reali.

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

CLAUDIO INNOCENTI