POETI CONTEMPORANEI

ANCHE QUESTO MILLENNIO è FINITO.

Anche questo millennio è finito,
ancora qualche istante d'apprensione
prima di appendere al guardaroba
questo abito
sporco di fuliggine pietrificata.

Come sarà il futuro?
Ci potremo togliere di dosso la sozzura
di tanti secoli vissuti nell'incoscienza
totale?...Troveremo ancora una pozzanghera
d'acqua chiara per purificare
il nostro corpo infestato dai veleni?

Sicuramente abbiamo paura
della fine di questo millennio
come abbiamo avuto paura
durante la fine di tutti i millenni,
è nella nostra natura di uomini fragili,
condizionabili.

Superstizioni radicate,
prive di fondamenta solide.
Verità falsificate
si sono mischiate alle favole,
alle leggende...Sono oramai
miti tramandati dai nostri avi,
che noi tramanderemo ai nostri posteri.
Il vero è per sempre celato,
la genesi è da ricercare in un labirinto,
ma il vero è quello che vogliamo credere,
quello che ci viene imposto,
è la paura dell'imponderabile che portiamo
dentro di noi che ci limita,
che ci impedisce di ragionare.
Ma tutto può essere verità
come il suo esatto contrario,
non ci sono certezze consolidate
che aprono le porte come giuste chiavi
d'accesso. Quello che conta veramente
è portare rispetto e amore,essere
gentili , compassionevoli e solidali.

Oggi abbiamo tutto ma non lo sappiamo,
perfino il nostro clone gemello,
zigote del dna...La nostra realtà virtuale.
Anche computer coi quali non potremo mai competere
una volta codificati e attivati,ma forse
diventeremo noi stessi computer
con la biogenetica.Un giorno ci sveglieremo
ma non sapremo se siamo svegli o stiamo
dormendo,non ci renderemo conto
se ancora viviamo nella realtà,o se la nostra
sarà solo una realtà virtuale,aumentata,
un sogno vissuto alla luce del giorno
da sonnambuli.

Oggi abbiamo tutto,ma
non tutti.Tante persone vivono da miserabili
in un mondo che ha quasi sconfitto la morte,
ma non ha ancora imparato a vivere.
Nel Medio Evo,nel Rinascimento,
diciamo fino a poco tempo fa...C'erano
fogne a cielo aperto,ma ci sono ancora
con le montagne di immondizia che deturpano
la natura.La merda galleggiava nelle fosse,
ma forse vi galleggia ancora,
faceva bella mostra di se
nelle strade e nelle viuzze sterrate,
e anche oggi fa bella mostra di se.

Oggi la merda è rintanata nel suo guscio,
il suo mallo,il suo sedere e qualche buontempone
si diverte ad inscatolarla,ma è arte...Tutto
è arte...Merda d'autore.Adesso possiamo camminare
tranquilli,forse non ci capiterà ancora
di ricevere un vaso di pipì in capo...Potremo
respirare tranquilli monossido di carbonio,
ma non ci farà più alcun male,ormai siamo vaccinati.
Siamo assuefatti a tutti i veleni che immettiamo
nell'aria e ricadono sulla terra acidificando il suolo.
Siamo assuefatti alla nostra cacca diafana
di fine millennio.

Pinocchio al confronto era un pozzo di giudizio,
non seguiamo più il nostro naso.
Basta che una persona dica " a "
e noi ripetiamo come registratori,
come pappagalli incoscienti.
Non pensiamo con la nostra mente
ma con la mente di altri uomini
e non sappiamo più distinguere
il razionale dall'irrazionale...Tutto è corruzione.

Come saranno questi ultimi anni del secolo?...
Ci sarà un futuro.?..I nostri figli potranno respirare
l'aria ossigenata
filtrata dalla vegetazione che ancora rimane
e bere acqua pulita di sorgente?.... Siamo a fine
millennio e non siamo mai stati bene come ora,
ma non tutti!...abbiamo tutto ma non tutti!
Siamo nel fine millennio,il faraone
sotto le spoglie di Horus
risorgerà insieme a Osiride a l'est dell'orizzonte?...
Si sfasceranno le bende delle mummie?...
Si reidrateranno le loro carni al cospetto degli dei?

Anche questo millennio è finito,
viva il terzo millennio.Speriamo che la sacca
delle cose belle si apra per tutti,
che nessuno possa soffrir per l'abbondanza
che inquina la terra e non riempie la pancia.
( il cibo che viene gettato via mentre gran parte della popolazione
mondiale non ha neanche l'acqua per bere. )

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

CLAUDIO INNOCENTI