POETI CONTEMPORANEI

IN UN GIORNO SENZA LUCE

Ritrovai il tempo smarrito
in un giorno senza luce,
la nebbia nascondea la campagna
e 'l guardo non vedea
oltre l'abbraccio delle mi 'forti braccia.
'l mi' pensier volò
nell'attimo de' riverberi.
Felici e tristi rimembranze
facean riaffiorar nella mente
i ricordi d'un bambin ora adulto,
m'ancor infante nel cor.
Felice d'esser vivo
e grato a Dio per l'opportunità
di vita concessa,lieto
d'ascoltare il mormorar
della natura,nella sobrietà
di una coscienza sveglia
che libera respiri di consapevolezza
e la meraviglia continua
che si prova
nel veder l'opra di Dio.
Ma triste per l'egoismo e l'odio
diffusi fra la gente,
nei popoli che generano ira
funesta,alterano la ragione
e allontanano con accenti di niente
il bambino in noi latente.

condividi su Facebook condividi su Twitter


avatar

CLAUDIO INNOCENTI