POESIA
Poeti Contemporanei

L'IMMORTALITA'

La luce sembrava aver paura del suo volto
mentre la chitarra era schiacciata sulle corde
lente come il suo cuore sconvolto
tradito da chi sa quale ricordo
mentre chi udiva rideva di quelle rime
corte volgari e senza rispetto
dette quasi con dispetto
mentre ad un tavolo li vicino
i divisi amanti parlavano di continuo
ed un terzo li a guardare
stranito da quel vociare
ma quando fu silenzio
si iniziò a capire
che nella vita basta solo sentire
vivere della semplicità
in una vita che non ne ha
amare per chi sa’
che l’immortalità
è una falsità


condividi su Facebook condividi su Twitter